ASSISTENZA FISCALE TRIBUTARIA

Gentile Assistito,

sono arrivati i chiarimenti in merito alle nuove regole per la determinazione del reddito imponibile per le piccole e medie imprese in contabilità semplificata.

Purtroppo, le auspicate modifiche non sono intervenute, e quindi a far data dal 01.01.2017 tutte le imprese in semplificata saranno soggette al nuovo regime contabile di cassa.

Alcune riviste specializzate titolano così:

“Anni 2017 – 2018 strage di piccole imprese”;

“La contabilità di cassa porterà effetti devastanti per i piccoli”;

“La cassa da morto per le piccole imprese”;

“Gli effetti distorti della nuova contabilità di cassa porteranno tanti fallimenti”.

Siamo dunque in un momento delicatissimo dove dalla scelta del regime contabile dipenderà, per molti casi, la sopravvivenza dell’impresa stessa.

Le attività più a rischio sono: bar – ristoranti – commercianti al dettaglio di qualsiasi genere – agenti e rappresentanti di commercio – prestatori di servizi – lavorazioni conto terzi.

Le nuove normative contengono moltissime sfumature che devono essere calate su ogni singolo caso. Non è dunque possibile dare delle indicazioni di carattere generale.

A breve verrà contattato per fissare un appuntamento in modo da trovare la soluzione migliore per tutelare anche la sua impresa.

Cordialità.

 

 

Mazzon Tributarista Loris

Via Elisa Benato 3 int.2

35133 Padova

tel.: 049704607 – 0498879353

fax: 0498873937

mail: studio24loris@gmail.com

 


Gentile Sig. / Sig.ra,

l’anno 2017 si apre con una vera e propria rivoluzione per tutti i contribuenti.

 

La Finanziaria 2017 ha introdotto nuovi, numerosi e pesanti obblighi a carico di tutti i contribuenti.

L’Agenzia delle Entrare, con l’obbiettivo di rafforzare il contrasto all’evasione fiscale, ha implementato l’incrocio dei dati tra i contribuenti introducendo nuovi adempimenti che dovranno essere adempiuti esclusivamente in via telematica. Anche la veloce implementazione delle procedure informatiche va inquadrata nell’obbiettivo della stessa Agenzia di individuare quanto prima possibile le posizioni da controllare.

 

Inoltre per tutti i contribuenti (di minori dimensioni) che fino al 2016 adottavano il regime di contabilità semplificata cioè: i soggetti che dovevano procedere alla registrazione delle fatture di acquisto, di quelle di vendita, dei corrispettivi, senza l’obbligo di registrazione degli incassi e dei pagamenti (movimenti di cassa e di banca), è stato introdotto l’obbligo dal 2017 del principio di cassa. In estrema sintesi, tali contribuenti dovranno registrare tutti i movimenti bancari e di contante e, potranno dedurre solo i costi effettivamente pagati. Le storture di tale nuovo regime obbligatorio avranno effetti gravissimi per molti contribuenti.

 

Il tutto deve essere inquadrato nella direzione che i contribuenti, indipendentemente dalla loro dimensione, che non riusciranno a stare al passo con tutte queste nuove metodologie saranno spinti alla chiusura volontaria o forzosa della loro attività.

 

La invito a leggere le circolari che via via in breve tempo invierò, nonché a fissare un appuntamento presso il mio studio per analizzare le scelte a Lei più convenienti.

 

Cordiali saluti.

 

 

Mazzon Tributarista Loris

Via Elisa Benato 3 int.2

35133 Padova

tel.: 049704607 – 0498879353

fax: 0498873937

mail: studio24loris@gmail.com

 

CAMBIO DI NOME DI EQUITALIA

 

È confermato che a decorrere dall’1.7.2017 il nome Equitalia sarà soppresso.

L’affidamento dell’attività di riscossione, con le medesime modalità e poteri prima in capo ad Equitalia, sarà gestita dalla  “Agenzia delle Entrate – Riscossione”.

 

INTRODUZIONE DELLO SPESOMETRO (ELENCO CLIENTI-FORNITORI) TRIMESTRALE

 

L’invio dello spesometro (elenco clienti-fornitori) che, fino al 2016 veniva effettuato una volta all’anno, dal 2017 dovrà essere eseguito trimestralmente.

È dunque confermata la modifica dell’art. 21, DL n. 78/2010, che prevede a decorrere dal 2017 l’invio trimestrale, indipendentemente dal fatturato, dei dati delle fatture emesse / acquisti / bollette doganali / note di variazione.

L’invio esclusivamente telematico va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre (così, ad esempio, l’invio dei dati del primo trimestre va effettuato entro il 31.5).

In sede di conversione è stato previsto che l’invio relativo al primo e secondo trimestre 2017 va effettuato entro il 25.7.2017.

L’invio, che dovrà avvenire  in forma analitica, riguarda i seguenti elementi:

  • dati identificativi dei soggetti coinvolti nelle operazioni;
  • data e numero della fattura;
  • base imponibile / aliquota applicata / imposta;
  • tipologia dell’operazione

In sede di conversione è stato rivisto il regime sanzionatorio. Ora in caso di omesso / errato invio dei dati delle fatture è prevista l’applicazione della sanzione di € 2,00 per fattura, con un massimo di € 1.000,00 per trimestre. La sanzione è ridotta a € 1,00, entro il limite massimo di € 500,00, se l’invio o la correzione del precedente invio incompleto e/o errato  è effettuato entro 15 giorni dalla scadenza. Non è applicabile il cumulo giuridico di cui all’art. 12, D.Lgs. n. 472/97.

 

INVIO TRIMESTRALE DELLE LIQUIDAZIONI IVA

 

È confermata l’introduzione del nuovo art. 21-bis, DL n. 78/2010, che prevede a decorrere dal 2017, l’invio trimestrale dei dati delle liquidazioni periodiche IVA (mensili / trimestrali) all’Agenzia delle Entrate.

L’invio, esclusivamente telematico, va effettuato entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.

La comunicazione va inviata anche per le liquidazioni periodiche con saldo a credito.

Sono esonerati dall’adempimento in esame esclusivamente i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione IVA annuale (ad esempio, soggetti che hanno registrato esclusivamente operazioni esenti) o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (ad esempio, soggetti minimi / forfetari).

L’Agenzia delle Entrate informerà il contribuente della incoerenza tra quanto desumibile dai dati relativi allo spesometro trimestrale e le liquidazioni inviate, nonché dei relativi versamenti.

SANZIONI

In sede di conversione è stato rivisto il regime sanzionatorio. Ora, l’omessa / errata comunicazione in esame è punita con la sanzione da € 500,00 a € 2.000,00. La sanzione è ridotta a € 250,00 / 1.000,00 se l’invio o la correzione di un precedente invio è effettuato entro 15 giorni dalla scadenza.

Mazzon Tributarista Loris

Via Elisa Benato 3 int.2

35133 Padova

tel.: 049704607 – 0498879353

fax: 0498873937

mail: studio24loris@gmail.com